NUOVA PRESTAZIONE INTEGRATIVA COVID-19

NUOVA PRESTAZIONE INTEGRATIVA COVID-19

NUOVA PRESTAZIONE INTEGRATIVA COVID-19

NUOVA PRESTAZIONE INTEGRATIVA COVID-19

Cooperazione Salute continua il suo impegno al fianco dei propri assistiti ampliando la copertura per le necessità sanitarie legate al Coronavirus con la Nuova Prestazione integrativa Covid-19

Di cosa si tratta

Rinnoviamo il nostro supporto alle necessità sanitarie degli Assistiti in caso di ricovero per infezione da Covid-19, diagnosticata e certificata, ampliandone le tutele. La Prestazione integra l’offerta del Piano Sanitario a cui già aderisce ogni iscritto, senza nessuna spesa aggiuntiva.

Attivazione e validità

La Prestazione Integrativa Covid-19 è attivata gratuitamente e automaticamente per tutti gli iscritti a Cooperazione Salute e ha validità dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

Estensione al nucleo familiare

La Prestazione è gratuitamente e automaticamente operante per i familiari dei lavoratori e dei soci che hanno sottoscritto l’estensione al nucleo familiare del loro Piano Sanitario.

Qualora non abbia già provveduto in precedenza, l’Assistito avrà la possibilità di tutelare i propri familiari (coniuge/ convivente more uxorio e figli residenti) sottoscrivendo l’estensione del proprio Piano sanitario. In tal caso la Prestazione sarà operativa dalla data dell’estensione fino al 31 dicembre 2021.

Posso attivare solo la Prestazione integrativa Covid-19, senza aderire ad un Piano Sanitario?

No, questa Prestazione non può essere attivata singolarmente, sarà infatti operante solo ed esclusivamente in associazione ad un Piano Sanitario di Cooperazione Salute.
 

SINTESI DELLA PRESTAZIONE

La copertura sanitaria è operativa qualora si verifichi il ricovero a seguito di infezione da Covid-19 diagnosticata e certificata. In sintesi si dispone:

 
RICOVERI
 
A) Ricovero in struttura pubblica per infezione da Covid-19
 
  • Diaria da ricovero: € 50 per ogni notte, a partire dalla prima, per un periodo non superiore a 50 giorni all'anno;
  • Sussidio post ricovero: per servizi di assistenza erogati da cooperative di Confcooperative rimborso fino ad un massimo di € 750. In alternativa al rimborso, si prevede un sussidio massimo di € 500 una tantum.

B) Ricovero presso strutture di degenza Covid-19 per sorveglianza pazienti paucisintomatici

  • Diaria da ricovero: € 50 per ogni notte, a partire dalla prima, per un periodo non superiore a 50 giorni all'anno;

  • Sussidio post Ricovero: per servizi di assistenza erogati da cooperative di Confcooperative rimborso fino ad un massimo di € 500. In alternativa al rimborso, si prevede un sussidio massimo di € 250 una tantum.

C) Ricovero per terapia intensiva Covid-19

  • Diaria da ricovero: € 50 per ogni notte, a partire dalla prima, per un periodo non superiore a 50 giorni all'anno;

  • Sussidio post ricovero: per servizi di assistenza erogati da cooperative di Confcooperative rimborso fino ad un massimo di € 1.500. In alternativa al rimborso, si prevede un sussidio massimo di € 1.000 una tantum.

Sussidio in caso di decesso: € 2.500,00 una tantum.

 

PER LE COOPERATIVE

Lavoratrici e lavoratori con obbligo contrattuale da CCNL

In caso di nuova iscrizione alla Mutua da parte della Cooperativa tramite la sottoscrizione di un Piano Contrattuale Nazionale, rispondente agli obblighi di sanità integrativa riguardanti il proprio CCNL di riferimento, la Prestazione integrativa Covid-19 avrà validità dalla data di attivazione della copertura scelta fino al 31 dicembre 2021.

Welfare Sanitario Aziendale per altre categorie di lavoratori e amministratori 

Qualora la Cooperativa intenda tutelare altre categorie di lavoratori rispetto a quelle previste dall’obbligo contrattuale, come i lavoratori a tempo determinato, i collaboratori a vario titolo o categorie assimilabili, le sarà possibile attivare un Piano di Welfare Sanitario Aziendale, oppure estendere il Piano Contrattuale Nazionale già in essere alle altre categorie prescelte. In questo caso la Prestazione integrativa Covid-19 si attiverà automaticamente con decorrenza dalla data di attivazione fino al 31 dicembre 2021. 

Soci di cooperativa

In caso di sottoscrizione da parte della Cooperativa di un Piano ad Adesione Collettiva rivolto ai soci, la Prestazione integrativa Covid-19 si attiverà automaticamente con decorrenza dalla data di sottoscrizione fino al  31 dicembre 2021.

Documenti da scaricare



Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Inserisci il tuo messaggio ...
x

FORMA DIRETTA

FORMA INDIRETTA

Tags

Per gli Assistiti

Un’entità giuridica non profit che ha scopi riconosciuti di utilità sociale perché persegue esclusivamente il benessere e la salute dei propri iscritti. Fornisce agli iscritti prestazioni integrative e complementari al Servizio Sanitario Nazionale senza fare selezione dei rischi o discriminazioni nei contributi da pagare.

Gode per legge di importanti vantaggi fiscali e contributivi, soprattutto per le adesioni collettive contrattuali.

Per costruire l'esempio, prendiamo a riferimento franchigie e valori assolutamente casuali (ogni Piano sanitario stabilisce i limiti delle garanzie).

Si riportano tre esempi di rimborso in forma di assistenza indiretta:

  • Un iscritto effettua una Risonanza Magnetica presso una struttura privata. Il rimborso per questa spesa è fissato al 70% del totale con minimo non indennizzabile di 60,00 €.  Spende € 170,00: Cooperazione Salute rimborserà € 110.00 ovvero il totale fattura  meno € 60,00, minimo non indennizzabile . Ciò vale per tutte le richieste rimborso pari o inferiori a € 200,00 ovvero nei casi in cui il minimo non indennizzabile di €60,00 è maggiore od uguale al 30% del valore della fattura.
  • Un iscritto effettua una Risonanza Magnetica presso una struttura privata. Il rimborso per questa spesa è fissato al 70% del totale con minimo non indennizzabile di 60,00. Spende € 250,00: Cooperazione Salute rimborserà € 175,00  ovvero il totale fattura meno il 30% della stessa. Ciò vale per tutte le richieste rimborso superiori a € 200,00 ovvero nei casi in cui il 30% del valore della fattura è superiore al minimo non indennizzabile di €60,00.
  • Un iscritto effettua una Risonanza Magnetica in regime pubblico  (pagando dunque il Ticket). La franchigia sui ticket è stabilità in 15,00€. Spende € 46,15: Cooperazione Salute rimborserà € 31.15 ovvero il totale fattura meno € 15,00 di franchigia.

Il beneficiario della copertura:

  • Riceve un importo netto destinato alla copertura sanitaria pari al versamento effettuato dal datore di lavoro;
  • Ha la possibilità di ricevere il rimborso delle sue spese sanitarie;
  • Potrà avvalersi, in sede di dichiarazione dei redditi, della detrazione d’imposta nella misura di quanto previsto dalla legge, limitatamente alla parte di spesa sanitaria rimasta effettivamente a suo carico e non rimborsata da Cooperazione Salute.
  • Il contributo versato a Cooperazione Salute per sé o per eventuali familiari che siano o meno fiscalmente a carico è deducibile dal reddito imponibile, con risparmio fiscale pari all’aliquota Irpef marginale.

Per le Cooperative

All'interno delle norme di attuazione del Piano Sanitario cui si intende aderire sono reperibili tutte le informazioni di dettaglio su come gestire l'iscrizione e gli adempimenti successivi.

In breve, per aderire a Cooperazione Salute basterà inviare  - all’indirizzo PEC cooperazionesalute@pec.it - la “Domanda di Iscrizione ” alla quale dovrà essere allegato l'elenco dei beneficiari (utilizzando l'apposito file excel scaricabile dal sito).

Il resto della documentazione è parte integrante della Domanda di Iscrizione, ma non occorre inviarne copia controfirmata.

In fase di prima iscrizione, i lavoratori collocati in aspettativa non retribuita non dovranno essere conteggiati fra gli aventi diritto alla copertura; in corso d’anno varranno le regole descritte dalle norme di attuazione del Piano sanitario di riferimento per i nuovi iscritti (nel caso il dipendente torni a lavorare) o dipendenti cessati (nel caso il dipendente inizi l’aspettativa).

Alcuni Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro  hanno reso obbligatorio per le cooperative iscrivere i propri dipendenti alla sanità integrativa.

Si può scegliere tra una mutua come Cooperazione Salute e un Fondo Sanitario, dove esistente per il settore di riferimento. Nell’adempiere all’obbligo però la cooperativa può raggiungere diversi obiettivi:

  • offrire ai dipendenti il piano sanitario migliore (economicamente e qualitativamente);
  • scegliere l’offerta che garantisce l’uso migliore (efficienza e trasparenza) del capitale che viene investito
  • sostenere il sistema virtuoso delle cooperative che diventano sussidiarie
  • valorizzare una visione della salute come bene relazionale